Festival della Scienza di Genova 2017: la complessità del mondo e l’ottica della chimica

La proposta del presidente della Divisione Didattica Giovanni Villani per il Festival della Scienza di Genova 2017 è stata accolta dal comitato organizzatore del festival. Si tratta di una tavola rotonda i cui destinatari sono insegnanti, studenti dai 16 anni in poi e appassionati di varia estrazione culturale. Titolo dell’evento è “La complessità del mondo e l’ottica della chimica“.

La bellezza e la varietà del mondo che ci circonda è evidente a tutti. A questa “complessità” ogni disciplina scientifica “risponde” con caratteristiche proprie. La Fisica cerca la “semplicità” che si nasconde dietro ciò che è complesso, la bellezza di descrivere il mondo con una formula matematica. La Biologia tenta di imbrigliare il complesso mondo vivente individuando più livelli, da quello cellulare a quello ecologico. La Chimica, scienza intermedia tra queste due discipline, tratta sia la varietà dell’inanimato sia la prorompente complessità dell’animato con l’ottica sistemica del mondo molecolare. Un esempio è dato dalle nanotecnologie, attraverso le quali è possibile creare strutture complesse multifunzionali partendo dai componenti atomici o molecolari, le cui proprietà possono essere opportunamente modulate per essere indirizzate verso applicazioni in campi specifici quali la biomedicina, l’elettronica, l’energia e l’ambiente. Altro esempio di fenomeno complesso è dato dalle reazioni oscillanti, nelle quali le concentrazioni degli intermedi o dei catalizzatori variano periodicamente nel tempo; tuttavia questi sistemi chimici in certe condizioni possono oscillare in modo aperiodico fino a sconfinare in un andamento “caotico”. Numerose reazioni oscillanti sono di natura biochimica, contribuendo alla complessità del vivente. Le strutture che emergono dai fenomeni complessi evidenziano proprietà collettive del tutto nuove, che non possono essere semplicemente ricondotte alla somma delle proprietà dei singoli costituenti dei sistemi presi in esame. Un mondo bello da vedere e popolato da milioni di individui differenti; un mondo di matematica e simmetria e di aspetti che sembrano “animati”.