La chimica per la luce

L’autrice della presentazione La chimica per la luce è Elena Lenci, assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Firenze. Abilitata all’insegnamento nella scuola secondaria di II grado per la CDC A034, la Dott.ssa Lenci collabora con il direttivo della Divisione di Didattica della Chimica come rappresentante del Gruppo Giovani under-35.
Questo lavoro è stato presentato nel corso del XXVI-esimo congresso della Società Chimica Italiana, che ha avuto luogo a Paestum dal 10 al 14 settembre 2017. Si tratta di una sequenza didattica adatta per una classe quarta di un Istituto Tecnico (indirizzo “Chimica, materiali e biotecnologie”) i cui allievi:
• padroneggino i concetti fondamentali della struttura atomica della materia;
• abbiano familiarità con il fenomeno della combustione dal punto di vista chimico-fisico;
• sappiano distinguere tra trasformazioni chimiche e trasformazioni fisiche;
• abbiano acquisito il concetto di energia chimica, analizzandolo per una particolare reazione;
• sappiano rappresentare i composti attraverso le loro formule di struttura;
• sappiano bilanciare le reazioni chimiche, in particolare quelle di ossidoriduzione.
Le principali competenze che questa unità didattica si propone di sviluppare sono relative al saper:
• collegare la struttura di una molecola alla sua energia interna e alla capacità di sviluppare calore e luce;
• interpretare i fenomeni alla base dell’emissione della luce in base al contesto e al tipo di trasformazione coinvolta.
Da questo lavoro – sviluppato durante il TFA dell’autrice – è stato ricavato un articolo che sarà pubblicato a breve su La Chimica nella Scuola.